Tesla Model S da record per la sicurezza

tesla-model-s auto elettrica

tesla-model-s auto elettricaUn altro risultato significativo, l’ennesimo, per il settore della mobilità elettrica è stato raggiunto grazie alla Tesla Model S: la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha infatti attribuito all’auto elettrica dell’azienda statunitense una valutazione di sicurezza pari a 5 stelle, non solamente come voto complessivo ma anche in tutte le sottocategorie prese in considerazione.

Fra tutti i veicoli testati, la Model S è quello che ha fatto registrare i risultati migliori in termini di probabilità di infortunio di uno degli occupanti in caso di incidente: si tratta di un punteggio che prende in considerazione possibili urti da davanti, da dietro e dai lati, così come i casi di ribaltamento.

Per quanto riguarda gli urti frontali, la Model S ha il vantaggio di non avere un grosso blocco motore come i veicoli a benzina: il propulsore elettrico ha invece un diametro di circa 30 cm, e si trova vicino all’asse posteriore. Di conseguenza la Model S offre un’area più grande per l’assorbimento degli impatti frontali.

Un test particolarmente complesso è quello denominato “Pole Intrusion”, nel quale l’auto viene fatta urtare lateralmente ad alta velocità contro un palo: la Model S ha superato la prova a pieni voti, preservando il 63,5% dello spazio del guidatore. Questo risultato è stato ottenuto grazie all’innesto di estrusioni multiple in alluminio nella fiancata dell’auto, in grado di assorbire l’energia dell’impatto e di trasferire il carico sul resto del veicolo.

La prova del ribaltamento è stata particolarmente impegnativa, non tanto per l’automobile quanto per i tecnici incaricati di effettuare il test: la Model S si è rifiutata di ribaltarsi con i metodi normalmente utilizzati allo scopo, ed è quindi stato necessario predisporre dei mezzi speciali per farla finire a ruote all’aria. Questo è dovuto alla posizione del pacco batterie, che garantisce all’auto elettrica un centro di gravità molto basso. Anche grazie a questo, il test è stato superato con un punteggio nettamente superiore rispetto a quello dei principali concorrenti.

Come fanno notare dall’azienda, la batteria agli ioni di litio della Model S non ha preso fuoco in nessun momento prima, durante o dopo i test NHTSA: “È giusto menzionare il fatto che nessuna batteria ha mai preso fuoco su una Model S o su una Roadster, nonostante vari impatti ad alta velocità. Anche se è statisticamente improbabile che nel lungo periodo questo aspetto continui come adesso, a Tesla non risulta alcun caso di morte di una persona a bordo dei nostri veicoli”.

Fonte: Tesla Motors

 

Lascia un commento