Più auto elettriche in Italia per salvare l’ambiente

mobility management

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Occorre aumentare il numero di auto elettriche in Italia e in Europa per ridurre l’inquinamento dell’ambiente. Un dato, questo, entrato nella consapevolezza di molti europei ma ancora di pochi italiani. La veridicità dell’assunto è stata confermata anche da uno studio commissionato da Greenpeace e Transport & Environment alla Ricardo-Aea, una societa’ di consulenza britannica specializzata nella sostenibilità ambientale. Un maggiore utilizzo di auto elettriche comporterebbe una riduzione di emissioni Co2 nell’ambiente e favorirebbe, quindi, la sua salvaguardia. Tutto questo, è bene precisare, gioverebbe anche alle tasche degli italiani che non dovrebbero più fare i conti con il caro benzina.

Stando a quanto emerso dallo studio condotto dalla Ricardo-Aea, l’Ue potrebbe raggiungere un traguardo importante. L’obiettivo ottimale sarebbe, senza ombra di dubbio,  quello di emettere nell’aria solo 70 grammi di Co2 per km entro il 2025. Questo brillante traguardo potrebbe essere raggiunto solo se le nuove auto vendute si dividessero equamente tra ibride e convenzionali. Non è inesatto affermare che le auto elettriche siano il passo determinante per la crescita del Paese e per la salvaguardia dell’ambiente. Un fine nobile che non solo giova a tutti, cittadini e ambiente, non danneggia nessuno. Tutti potremmo trarre vantaggio dall’utilizzo di auto elettriche.

Consapevoli di tale importanza, i professionisti di BNR Green Mobility, offrono ai loro clienti una vasta gamma di veicoli elettrici: auto, scooter, bici. Tutte le offerte sono visibili al sito www.bnrgreenmobility.it

 

Lascia un commento