Implementare la mobilita’ assistita e sostenibile grazie all’utilizzo di biciclette in grado di trasformarsi da tradizionali a due ruote a pedalata assistita, perche’ in grado di accumulare l’energia generata pedalando, trattenerla e rilasciarla poi quando il ciclista ha bisogno di un supporto. Parte da Roma la sperimentazione delle prime 100 bici, frutto della collaborazione tra ministero dell’Ambiente e Ducati Energia Spa, che utilizzano l’innovativa Green Wheel, la ruota elettrica per biciclette dotata di un sistema elettro-meccanico in grado di fornire al ciclista un’assistenza proporzionata allo sforzo esercitato sul pedale.

L’iniziativa “Roma in Bici”, presentata oggi a Villa Borghese dal ministro per l’Ambiente Corrado Clini e il sindaco di Roma Gianni Alemanno, parte oggi proprio da Villa Borghese con due stazioni per 60 bici (via Magnolie) e da Villa Ada con una stazione e 30 bici (all’ingresso dei Cavalli in via Salaria) e durera’ un anno. Un progetto che punta sulla bici come “risposta alla domanda di mobilita’ sostenibile in Europa” e che affonda le sue radici nel 2009, quando “abbiamo messo insieme Ducati Energia e alcuni ricercatori del Massachusetts Institute of Technology”, spiega il ministro Clini.

Da allora, il sistema e’ stato ulteriormente migliorato trasformando la bici servo assistita in un mezzo ibrido che si possa ricaricare grazie alla rete elettrica, aggiungendo il supporto a colonnina che puo’ esere alimentato da energie rinnovabili. Il risultato e’ una bici “a pedalata assistita e carbon free concettualmente molto raffinata”, spiega il ministro, in grado anche di comunicare a chi la guida una serie di informazioni sulla qualita’ dell’aria, il consumo di energia, le emissioni di Co2 e anche sul traffico in citta’. Grazie a un accordo con l’Anci, lo stesso sistema inaugurato oggi a Roma sara’ installato in una decina di altre citta’.

Fonte: Adnkronos