A Verona, le Associazioni che intendono promuovere progetti di mobilità sostenibile potranno usufruire di nuovi contributi comunali per l’acquisto di biciclette elettriche.

Fino al 31 ottobre le associazioni senza scopo di lucro, con sede legale o operativa nel comune di Verona, potranno richiedere i nuovi contributi comunali per l’acquisto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita senza ausilio di acceleratore, da utilizzare per l’attivazione di un progetto a fini sociali, assistenziali e ambientali. Si tratta di una nuova iniziativa che mette a disposizione 5 mila euro al fine di promuovere nuove strategie per favorire la mobilità sostenibile tra le associazioni che operano sul territorio, attraverso progetti qualificati.

I richiedenti dovranno presentare domanda in carta da bollo (esenti le onlus) su apposito modulo, reperibile negli uffici della Direzione Ambiente o sul sito del Comune di Verona nelle pagine della Direzione Ambiente, sotto la sezione “Moduli”.

È esclusa qualsiasi altra modalità di invio, pena l’inammissibilità della domanda. Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti obbligatori: descrizione del progetto per il quale si prevede l’utilizzo della bicicletta/velocipede elettrico a pedalata assistita per promuovere la mobilità sostenibile a scopi sociali; copia fotostatica fronte-retro di un valido documento di identità del soggetto richiedente in qualità di legale rappresentante dell’associazione; copia dell’atto costitutivo e statuto dell’associazione; copia dell’iscrizione nel Registro Generale Regionale del volontariato, se l’associazione è onlus.

La spesa ammissibile per il contributo è quella per l’acquisto di una bicicletta/velocipede elettrico con caratteristiche funzionali al progetto per cui verrà utilizzato. Il contributo potrà essere richiesto da ogni associazione per un solo mezzo e l’acquisto finanziato è subordinato all’attivazione dell’iniziativa proposta e all’impegno di rimanerne in possesso del mezzo per almeno 5 anni dalla data di acquisto.

Il contributo verrà erogato in base alle caratteristiche del progetto che si dovrà svolgere nell’ambito del territorio comunale. L’entità del contributo, a copertura parziale delle spese a carico dei soggetti beneficiari, viene fissato nella misura dell’80 per cento del costo sostenuto al netto di IVA fino a un massimo di euro 2.500.

Nel caso in cui l’importo risultante dalla fattura sia inferiore all’importo assegnato al soggetto beneficiario in sede di graduatoria, il contributo verrà calcolato sulle spese documentate dalla fattura. Al contrario, in caso di importo superiore, l’importo del contributo non potrà essere superiore a quello determinato in sede di graduatoria.

L’Amministrazione erogherà il contributo assegnato dopo aver stilato una graduatoria, in base alla valutazione dei progetti secondo i criteri contenuti nel bando, e dopo aver comunicato, via pec, l’entità del contributo al soggetto richiedente. Entro 20 giorni, naturali e consecutivi dalla data di conferma di assegnazione del contributo, il richiedente dovrà trasmettere copia della fattura dalla quale risulti che trattasi di bicicletta/velocipede elettrico a pedalata assistita senza ausilio di acceleratore. Non sono finanziabili gli acquisti la cui data di fatturazione sia antecedente alla data di comunicazione di assegnazione del contributo.

Se desideri altri informazioni su questa e su altre importanti novità dal mondo delle bici elettriche, contattaci subito o torna presto a trovarci!