Un’associazione lancia appello a Mastella. Rimuova il divieto per le bici lungo il Corso di Benevento! Il paradosso? Ciclisti fermati lungo l’arteria pedonale da vigili in auto!

La notizia è di qualche giorno fa. In questa settimana il Comune di Benevento chiuderà al traffico parte della città, in seguito all’ennesimo sforamento dei valori di PM10 registrato per 3 giorni consecutivi dalle centraline. La zona chiusa al traffico è infatti proprio la zona dove si trovano queste centraline. Ma il traffico (e quindi l’inquinamento dell’aria) sarà solo spostato, non eliminato.

L’associazione Culturale Secret Route interviene dopo la decisione del Comune di limitare e fermare il traffico automobilistico in alcune zone della città a causa degli alti livelli di smog registrati nelle ultime settimane.

Tutto il mondo – spiegano − sa che l’unico mezzo di trasporto che non inquina è la bicicletta e per questo l’unico modo per ridurre seriamente l’inquinamento dell’aria a Benevento è quello di incentivare l’uso della bici in città.

Purtroppo, invece, il divieto di circolazione alle bici (anche quelle elettriche) lungo il Corso Garibaldi ha scoraggiato l’uso della bici per cui il traffico automobilistico in città è andato ad aumentare ulteriormente.

Per ogni bici in più, infatti, c’è un’automobile in meno, e di conseguenza per ogni bici in meno c’è un’automobile in più nel traffico. Tantissimi, invece, non potendo percorrere il Corso, che è l’unica arteria sicura per i ciclisti, hanno rinunciato a prendere la bici perché rischiano seriamente di essere investiti.

Tra l’altro, si è creato il paradosso per il quale i ciclisti, che in base al codice della strada sono autorizzati ad attraversare le aree pedonali che sono a loro dedicate, se attraversano Corso Garibaldi vengono fermati dai vigili urbani in automobile. I vigili, tra l’altro, non potrebbero attraversare il Corso con la propria auto se non con il lampeggiante acceso, ovvero in servizio urgente di emergenza!

Potrebbero, magari, usare le bici elettriche acquistate dal Comune appositamente qualche anno fa! Per questo – spiega ancora Secret Route − si esorta di nuovo il sindaco Mastella a revocare quanto prima l’ordinanza di chiusura del Corso Garibaldi alle biciclette.

La riapertura del Corso, almeno nelle fasce orarie lavorative, servirebbe a incentivare di nuovo l’uso della bici e a ridurre in tal modo l’inquinamento dell’aria. La riapertura potrebbe avvenire dalle 7 alle 19 nei giorni lavorativi e dalle 7 alle 17 nei giorni festivi. Ciò garantirebbe la sicurezza dei beneventani e dei turisti.

Insomma, i cittadini beneventani vogliono andare in bici! Che ne dici? Glielo permettiamo? Parla agli esperti di Bnr Green Mobility del tuo punto di vista e torna presto a trovarci!