Vi presentiamo la nuova Harley Davidson LiveWire, il primo prototipo totalmente ecologico in prova sulle strade americane.
Harley Davidson LivewireSarà quindi un addio ai bikers che, passando per le strade del mondo, assordano tutti con le loro rumorosissime motociclette?
Alla nuova LiveWire mancherà infatti il rombo e le vibrazioni del suo motore bicilindrico a V, ma in quanto a prestazioni ed estetica non ha nulla di meno delle sue sorelle. Una vera e propria svolta epocale per tutti gli appassionati del marchio Harley, da sempre attento alla sua tradizione.

Per ora sono stati costruiti solamente dodici modelli per saggiare la risposta del pubblico ed andranno in tour per gli Stati Uniti fino alla fine del 2014 e per vederla sulle strade europee bisognerà aspettare il 2015.

Vediamo alcune caratteristiche: il prototipo ha un propulsore da 74 cavalli che può portare la moto fino a 153 Km/h. Va da 0 a 100 in 4 secondi e per ora, l’unica pecca, è la scarsa autonomia, intorno agli 85 Km, mentre la batteria si carica in due ore e mezza. Il suono del motore è stato curato per differenziarlo dai motori termici e caratterizzarlo rispetto alle altre elettriche sul mercato, descritto come “quello di un caccia che decolla da una portaerei”.

I tempi cambiano e dunque anche la storica casa di Milwaukee, ormai sul mercato da più di 100 anni, si adegua, come ci spiega il responsabile marketing di Harley-Davidson Motor Company: “Il sound unico di Project LiveWire è pensato per differenziarlo da quello dei motori a combustione interna e dalle altre moto elettriche sul mercato. Preservare l’ambiente che visitiamo in moto è importante per tutti noi, il Project LiveWire è parte del nostro sforzo per proteggere e rinnovare la libertà ‘on the road’ per le future generazioni. Come azienda che ha vissuto 111 anni di successi, ci piace pensare all’ambiente per le generazioni dei prossimi 111 anni”.