È di ieri appena un’interessante notizia battuta dall’AGI.

Pare che al vaglio di alcuni amministratori e gruppi politici abruzzesi ci sia una legge che incentivi l’acquisto di biciclette elettriche a pedalata assistita! Lo scopo è quello di incentivare la mobilità sostenibile nei centri urbani, anche per i cittadini che abitano in zone limitrofe e in quelle non pianeggianti.

Sarebbe questa la proposta di legge cui starebbe lavorando Pietro Smargiassi per portare il tema della green mobility in Consiglio regionale.

Per disincentivare l’utilizzo dell’automobile, spiega Smargiassi, è necessario garantire ai cittadini un’alternativa fruibile e comoda. Ecco perché, oltre al trasporto pubblico, la Regione deve guardare a un tipo di mobilità ecologica che, allo stesso tempo, non limiti la libertà di movimento dei cittadini. Anche quelli che abitano in zone non centrali e che hanno esigenze di orari e spostamento difficili da coniugare con il servizio pubblico devono disporre di un aiuto concreto. L’Abruzzo, una delle regioni più verdi d’Europa, non può e non deve dimenticare la sua peculiarità più importante.

In Italia, nonostante i vistosi segnali positivi, il mercato delle biciclette elettriche non è ancora decollato del tutto. Anche se negli ultimi mesi qualcosa è cambiato (lo abbiamo spiegato qui) i numeri parlano di 5000 bici elettriche in tutta la Penisola. Occorre, dunque, incentivare l’utilizzo di tale mezzo soprattutto tra le fasce più giovani, scoraggiando l’uso dei motocicli, più pericolosi e più inquinanti, a favore di un mezzo ecosostenibile per il nostro ambiente. L’Abbruzzo, per ragioni morfologiche, non si presta, se non nei casi delle città costiere, all’uso della bicicletta. Ecco perché la bici elettrica a pedalata assistita è un’ottima risposta a questa esigenza.

La proposta di Legge prevede otto articoli. Prevede la collaborazione con Unioncamere Abruzzo nella fase di concessione dei contributi in favore dei privati. Se la proposta del M5S venisse approvata, ai cittadini sarebbe elargito un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto, comprensivo di IVA, per l’acquisto di una bicicletta nuova di fabbrica. I contributi sono cumulabili con altre agevolazioni o misure a sostegno dell’acquisto di bici elettriche a pedalata assistita, eventualmente previste e contenute in norme vigenti all’atto di avvio dell’iter per la richiesta di contributo.

Per conoscere tutte le novità su questo interessantissimo argomento e in generale sulla green mobility torna presto a trovarci! Ciao!