auto-elettriche-2013-incentivi-italia

Le auto elettriche in Italia nel 2013 dovrebbero avere gli stessi incentivi proposti in Norvegia per fare in modo che anche nel Bel Paese si sviluppi in maniera sempre più concreta la mobilità sostenibile. Quali sono gli incentivi che tanto hanno dato lustro alle auto elettriche nello Stato del Nord Europa?

La Norvegia è, senza dubbio, lo Stato più all’avanguardia in merito al discorso relativo alla concessione di incentivi per le auto elettriche. Sono proprio gli incentivi, infatti, a conferire il successo della mobilità sostenibile. A farla da padrone è la detrazione dell’Iva che in Norvegia corrisponde al 25%. Se l’Italia nel 2013 adottasse anche questo come incentivo all’acquisto di auto elettriche sicuramente si avrebbe un incremento di vendite che comporterebbe un risparmio economico e implicherebbe la salvaguardia dell’ambiente.

Per avere un’idea della diffusione delle auto elettriche in Norvegia è necessario operare un paragone tra il Paese del Nord Europa e gli Stati Uniti. I dati conosciuti in merito alla vendita di auto elettriche nel 2012 parlano di 50.000 vetture elettriche consegnate negli Stati Uniti con una popolazione di circa 300 milioni di abitanti e di 10.000 vendute in Norvegia con una popolazione di soli 5 milioni. Gli incentivi dello Stato in Norvegia consistono nel consentire alle auto elettriche di transitare liberamente nelle corsie preferenziali riservate agli autobus, di parcheggiare gratuitamente, di non pagare la congestion charge, dove prevista e di non pagare l’IVA.

Nonostante negli ultimi anni anche in Italia si siano avuti dei progressi in merito agli incentivi statali per l’acquisto di auto elettriche, molto si potrebbe ancora fare, già a partire dal 2013. La mobilità sostenibile dovrebbe divenire in Italia una consuetudine più che un’eccezione. La Bnr Green Mobility assiste i Clienti nell’istruzione di tutte le pratiche legate alla mobilità sostenibile. Tutte le info al sito www.bnrgreenmobility.it