Chi ha detto che l’ auto elettrica è lenta? L’ Auto elettrica guidata Lord Drayson, pilota e proprietario della Drayson Racing Technologiesda,  ha battuto il record di velocità  sulla pista dell’ex aeroporto militare. Il record stabilito si riferisce ad un veicolo elettrico con peso inferiore ai 1000 kg. Il prototipo Lola-Drayson, che partecipa al campionato mondiale di Endurance e che ha preso parte alla recente edizione della 24 Ore di Le Mans, si è aggiudicato il record equipaggiato di pneumatici Michelin. La vettura utilizzata ha raggiunto una velocità di oltre 328 km/h, battendo il record precedente di oltre 46 km/h, che resisteva da 40 anniauto elettrica batte record mondiale

Il prototipo Lola-Drayson, che partecipa al campionato mondiale di Endurance e che ha preso parte alla recente edizione della 24 Ore di Le Mans, ha raggiunto questo risultato grazie all’equipaggiamento di pneumatici Michelin. La vettura utilizzata ha raggiunto una velocita’ di oltre 328 km/h, battendo il record precedente di oltre 46 km/h, che resisteva da 40 anni. Gli pneumatici Michelin utilizzati dalla Drayson Racing sono pneumatici appositamente sviluppati per la categoria prototipi LM P1, in grado di sostenere le altissime velocita’ tipiche delle gare di Endurance, e sono stati realizzati in collaborazione con i team che partecipano al campionato mondiale Endurance, Audi e Toyota. Le dimensioni degli pneumatici all’anteriore sono 33/68-18 e al posteriore 37/71-18.

La sfida del Lord britannico della Drayson Racing e’ solo l’ultima lanciata dall’atelier di auto da corsa elettriche.

Infatti Lord Paul Drayson e’ in prima linea dal 2007 nella corsa all’auto sostenibile ed e’ anche stato il primo a firmare l’accordo per la partecipazione all’inedito campionato della Formula E FIA, la Formula Uno elettrica che dovrebbe debuttare nel 2014. La Drayson Racing B12 69/EV della sfida si basa su telaio Lola, spinto in origine da un motore bio-fuel Judd V-10.